BIOGRAFIA

Da padre pasticcere,ex pugile, amante delle moto e della pesca in mare e da madre pittrice per diletto nasce Tommaso Buglioni il 29 Settembre del 1961.

Dal padre eredita la passione per le moto ,il mare e la boxe, per la quale combatte sui ring per quasi 12 anni, diventa vice campione italiano dei Welter e campione italiano di full contact nei medi. La madre, gli trasmette il talento per la pittura.

Si diploma come Agrotecnico e frequenta per tre anni l'universita' di medicina e chirurgia, ma scopre ben presto che la sua vocazione non sta' in cio' che ha studiato, bensi' nel talento artistico ereditato.

Inizia a viaggiare all'eta' di 12 anni grazie a suo zio ingegnere nucleare, che lo porta con se . all'eta' di 17 anni,Tommaso alloggia per un periodo in Olanda ad Amsterdam e poi in Halkmaar, studi permettendo visita la Germania il Belgio l'Inghilterra e molte altre capitali europee,dalla Grecia alla Turchia per addentrarsi sino ai margini dell'oriente, fa un sacco di esperienze e nell 1982, finalmente negli stati uniti, prima New York e poi Seattle dove si allenava facendo anche da Sparring partner a "Francisco Roche", campione nord americano dei medi leggeri.

Proprio a Seattle, Tommaso entra in uno studio di tatuaggi sul porto, questo evento gli cambiera' la vita, perche' tornato in italia, abbandona gli studi e di li a poco apre quello che fu il primo studio di tatuaggi in italia.

Parallelamente alla body art continua a sviluppare il talento artistico cimentandosi nelle piu' molteplici espressioni, da pittore surrealista, a ballerino di break dance, dai graffiti puro stile east coast, alla grafica di moda e pubblicitaria.

Nel 1994,riscopre il piacere di pitturare sulla tela, modificando il suo stile, i continui viaggi negli stati uniti, influenzano la sua fantasia, le forme pitturate sulle tele hanno un taglio decisamente metropolitano, si intravede in cio' che produce + il taglio undeground del cartoon californiano anni settanta, mescolato al graffito east coast, ed il murales alla Diego Rivera, passando per Basquiat, Picasso e Robert Williams.

Espone le sue tele all'Europ art di Ginevra, a San Diego, a Montreal, a Miami, ed nuova Zelanda. Il suo linguaggio fortemente sottolineato dai colori urla a chiunque il suo stato di cittadino del mondo.

Il carattere eclettico dell'artista Tommaso Buglioni da' una nuova visione pittorica alla tela ad inizio 2000, l'astrazione, attraverso l'action painting,diventa il motivo quasi predominante per almeno due anni ,fondendo stili ed emozioni contrastanti, dalle geometrie delle forme , alle alchimie cromatiche, sino ad arrivare al momento attuale, dove l'artista, interseca tali esperienze con la fotografia,ritrovando con cio' quello che per egli e' stata la vera grande passione , la pop art.

Dal 2000 al 2003, Tommaso Buglioni, ha esposto per tre volte a New York, al"art'Expo" alla "casa italiana di Zerilli e Marimo'" ed al Roseland Ballroom in Times Square, a Detroit al "Motorcity art expo". Alcune opere sono esposte in permanenza in tre musei delle marche, Santuario Beato Sante, Mombaroccio,(pu), Museo raccolta di arte grafica contemporaranee,"Armando Ginesi", palazzo Franchetti/Coppetti, Castellbellino, Museo comunale del territorio, dal birroccio alla moda, Filottrano, Ancona